A ricordo, la festa patronale dedicata al santo patrono, Domenica 25 giugno una giornata con vari appuntamenti.

Il paese fece a lungo parte di Rimella, un comune valsesiano di cultura Walser. I rimellesi, che in origine utilizzavano, durante l’estate, gli alpeggi della zona, vi si stabilirono poi tutto l’anno. Non essendoci sul posto un cimitero, i morti dovevano essere trasferiti attraverso la ” Bocchetta di Rimella” , paese di origine della comunità. A partire dal 1551, i defunti poterono essere sepolti nel nuovo cimitero del paese e l’autonomia religiosa si ampliò con la costruzione della chiesa di San Giovanni Battista.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI SIMILI